Acqua elemento fondamentale per il nostro organismo

L’acqua e la sua importanza

L’acqua è indispensabile per la vita di tutti gli esseri viventi, anche quella dell’essere umano.

Per definizione è un composto chimico trasparente privo di odore e sapore, la sua molecola è composta da due atomi di Idrogeno e uno di Ossigeno, con formula chimica H2O.

Abbiamo già parlato delle sue proprietà, che la rendono un liquido dalle caratteristiche fuori dall’ordinario.

Vediamo adesso l’importanza che ha per il nostro organismo l’idratazione, i pericoli della disidratazione e le funzioni che ha l’acqua nel nostro organismo.

L’idratazione

Il corpo di una persona adulta è composto per il 70% d’acqua.

Si consiglia di bere almeno 2 litri al giorno anche se è un parametro variabile a seconda dello stile di vita, dall’età, salute, sesso, peso, temperatura dell’ambiente esterno…

L’European Food Safety Authority (EFSA) ha stabilito dei valori medi di riferimento di assunzione dell’acqua, in base all’età:

  • Neonati (fino a sei mesi di vita): 100 mL/kg al giorno (attraverso il latte)
  • Bambini:
    tra 6 mesi e 1 anno: 800-1000 mL/giorno;
    1 e 3 anni: 1100-1300 mL/giorno;
    4 e gli 8 anni: 1600 mL/giorno;
    tra i 9-13 anni: 2100 mL/giorno per i bambini e 1900 mL/giorno per le bambine;
  • adolescenti, adulti e anziani:
    femmine: 2 L/giorno;
    maschi: 2,5 L/giorno.

Questi valori sono indivativi e si riferiscono ad una temperatura ambientale media e a un medio livello di attività fisica.

Generalmente durante il periodo estivo, o in generale quando fa caldo, si consiglia di bere più acqua rispetto alla stagione invernale.

Così come chi pratica sport deve porre attenzione all’idratazione, anche in questo caso la quantità da bere varia a seconda del tipo di attività fisica che si sta svolgendo.

acqua idratazione e caratteristiche

L’acqua è un macronutriente

L’acqua, anche se non ci conferisce energia e non contiene calorie, è considerata un macronutriente in quanto ne abbiamo bisogno in grandi quantità per mantenerci in vita.

Infatti possiamo sopravvivere solo 3 giorni senza bere, questo perché essa partecipa a molte funzioni vitali del nostro organismo come:

  • Regolazione della temperatura corporea
  • Eliminazione delle tossine
  • Favorisce i processi digestivi
  • Permette il trasporto dei nutrienti

Inoltre è una componente importante di molti organi e tessuti come il sangue (ne costituisce fino all’80%), i muscoli (70%), cervello (85%), polmoni (83%)…

Mantenere una giusta idratazione ci aiuta a mantenerci in buona salute in quanto, come abbiamo visto, partecipando a numerose funzioni vitali ed essendo componente fondamentale per molti organi porta benefici a tutto l’organismo.

Il nostro corpo assume acqua anche attraverso il cibo, alcuni sono considerati molto idratanti perché contengono una grande percentuale di acqua al loro interno.

Sono un esempio frutta (anguria e melone) e verdura (cetrioli, zucca, pomodori).

Corpo fatto di acqua

Disidratazione e iperidratazione

Cosa succede se invece beviamo poco o troppo?

La disidratazione avviene quando la quantità di acqua che assumiamo è inferiore rispetto a quella che perdiamo (tramite sudore, respirazione, urina…).

Può essere quindi dovuta da un apporto insufficiente con la dieta e/o da perdite eccessive da parte del corpo.

Ci sono dei segnali che indicano la disidratazione come l’aumento temperatura corporea (questo perché per risparmiare acqua il nostro organismo blocca la sudorazione) secchezza di labbra e pelle, un forte stimolo alla sete, fino ad arrivare a situazioni più gravi e pericolose.

Anche bere in maniere eccessiva non è ottimale per l’organismo.

Per iperidratazione si intende la situazione opposta alla disidratazione, ovvero quando c’è una quantità eccessiva di liquidi nel corpo dovuta generalmente a problemi da parte dell’organismo ad espellerli correttamente, più raramente dovuta ad una eccessiva assunzione di acqua.

Anche in questo caso ci sono dei segnali che indicano la iperidratazione, più o meno gravi.

Acqua per il benessere dell'organismo

Come salvaguardare l’acqua

Come abbiamo visto l’acqua è vita, senza di essa non sarebbe possibile la nostra esistenza.

Quindi stiamo dando per scontato un elemento importantissimo ma non solo, lo stiamo anche inquinando (i nostri mari e laghi sono pieni di microplastiche e altri inquinanti)

Perché questo liquido continui a mantenere le sue proprietà, le sue caratteristiche e i benefici, occorrono piccoli gesti atti alla sua difesa:

  • diminuire il consumo di oggetti in plastica, che possono essere scaricati in mare;
  • usare l’acqua con parsimonia durante la giornata, senza sprecarla;
  • conoscere a fondo le problematiche riguardanti il settore e le innovazioni in merito;
  • evitare di bere dalle bottiglie di plastica preferendo acqua del rubinetto

Una soluzione per proteggere l’acqua

Liberi dalla Plastica auspica un cambio di atteggiamento nei confronti del consumo d’acqua.

Piccoli gesti quotidiani, specie per quanto riguarda l’uso della plastica, possono fare la differenza.

Scegliere l’acqua dal rubinetto depurata, evitando l’acquisto delle bottiglie di plastica, è uno dei modi per contribuire ad un futuro migliore.

E non stiamo parlando di in un lontano futuro, di cui non si ha la minima cognizione, ma qui nel presente.

Cosa sono semplici accortezze rispetto alla disponibilità di un bene tanto prezioso?