Scanzo Volley e Liberi Dalla Plastica a Bolgare

Evento Scanzo Volley e Liberi Dalla Plastica a Bolgare

La tematica dell’inquinamento da plastica è estremamente attuale e necessita di soluzioni concrete a partire dalla nostra quotidianità.

Per questo Scanzo Volley, associazione sportiva bergamasca ha scelto l’associazione Liberi Dalla Plastica APS come sua partner, inaugurando la sua stagione 2019/2020 con un interessante incontro dai marcati contorni sociali.

Venerdì 20 settembre presso Stone City, il parco espositivo di Bolgare in provincia di Bergamo si sono riunite più di 100 persone tra atleti, realtà imprenditoriali e aziende, per una serata all’insegna dello sport e dell’ecologia, con lo scopo di riflettere su temi che si avvicinano sempre di più alle nostre realtà metropolitane e culturali.

Dove:

  • Via Europa 38, Bolgare (Bergamo)

Quando:

  • Venerdì 20 settembre 2019

Orari:

  • dalle ore 19:30

Liberi dalla Plastica e Scanzo Volley: l’iniziativa plastic free

La realtà di Scanzo Volley – che si è distinta per la presenza di giovani talenti nel mondo sportivo locale – ha incontrato nella serata di venerdì 20 settembre aziende, realtà imprenditoriali e startup innovative al fine di sostenere in prima linea la necessità di contribuire ad un mondo più pulito, da preservare.

La nuova partership con l’associazione Liberi dalla Plastica APS, infatti, ha permesso di puntare al comune obbiettivo di uno sport etico, che metta in atto delle iniziative concrete per la tutela del nostro ambiente coinvolgendo in prima persona gli atleti.

Il padiglione espositivo di ben 5000mq è diventato quindi il palcoscenico di un connubio fra mondo sportivo e sociale, impegno attivo e desiderio di cambiamento.

L’associazione brianzola Liberi dalla Plastica APS è arrivata in tutta Italia con la promozione di progetti pensati per aiutare in maniera concreta la nostra realtà quotidiana.

Le campagne proposte hanno infatti lo scopo di eliminare il più possibile la plastica e nello specifico le bottiglie di plastica dalle nostre case e nei nostri ambienti di lavoro.

L’Italia è il primo paese in Europa ed il secondo al mondo per la produzione di acqua in bottiglia. Liberare l’acqua, un bene comune prezioso dalla plastica è possibile e alla portata di tutti.  Come? utilizzando un sistema di filtrazione dell’acqua del Comune, sicura e controllata: un piccolo purificatore d’acqua.

liberi-dalla-plastica-sport-etico

Il gioco di squadra a Bergamo per un futuro sostenibile

L’educazione al rispetto del nostro ambiente è il punto di partenza per pensare ad un futuro più sostenibile, e i protagonisti dell’incontro allo Stone City di Bolgare lo sanno bene.

La serata ha avuto quindi anche lo scopo di rivolgersi con forza e orgoglio alle aziende che operano da anni nella realtà locale bergamasca.

La necessità di trasformare i metodi di produzione in sistemi industriali affini alla filosofia “zero waste” è il primo passo per essere più green, in un mondo che ne ha urgentemente bisogno, per questo è necessario che ognuno faccia la sua parte.

Dalle parole, si è passati ai fatti: i giovanissimi atleti dello Scanzo Volley hanno sostenuto l’iniziativa a fianco dell’associazione Liberi dalla Plastica APS, offrendo l’opportunità a tutti i presenti di far consegnare e installare un purificatore d’acqua casalingo direttamente a casa, in maniera del tutto gratuita.

Questo dispositivo ecologico infatti è diventato il marchio distintivo di una realtà innovativa, quella di Liberi dalla Plastica, che vuole raggiungere sempre più persone sensibilizzandole in merito alla possibilità di avere un’acqua pura e leggera direttamente dai rubinetti delle proprie case.

 

Il gioco di squadra con Scanzo Volley per un futuro più sostenibile

 

Educazione e ambiente a Bolgare: la purificazione dell’acqua

Il dispositivo promosso da Liberi dalla Plastica APS rientra nella mobilitazione Plastic Free che sta prendendo sempre più piede in tutto il mondo.

Lo scopo del purificatore d’acqua promosso da Scanzo Volley e Liberi Dalla Plastica nella realtà di Bergamo è quello di far sì che gli atleti eliminino le bottiglie d’acqua dalle proprie case e dal campo da gioco, promuovendo uno sport più green e attento alle tematiche ambientali partendo da gesti concreti.

Un segnale che aiuta a compiere passi in avanti in un mondo che troppo spesso non sa affrontare i problemi che denuncia.

Il messaggio sostenuto dall’associazione e dal gruppo sportivo non può essere ignorato. Lo slogan che si è sollevato a Bolgare è stato forte e chiaro: “facciamo gioco di squadra per vincere un futuro sostenibile”!